Che Cosa vuol dire Argento Sterling 925?

argento, argento sterling 925, gioielli in argento -

Che Cosa vuol dire Argento Sterling 925?

Se leggendo la descrizione dei gioielli My-Egos ti sei chiesto “che cosa vuol dire argento sterling 925”, allora questo è l’articolo che fa per te!

L’argento è un metallo davvero unico: è il metallo più riflettente ed ha la più alta conduttività termica ed elettrica.

L’argento esiste da migliaia di anni e dai tempi più remoti è utilizzato per la produzione di ornamento e monili: sebbene non si conosca di preciso il momento esatto in cui l’uomo ha scoperto l’argento, gli archeologi hanno trovato resti di utensili usati per la lavorazione di questo metallo risalenti già al 4000 a.C!

L’argento viene estratto in natura dalle miniere ed è disponibile in una quantità superiore di 20 volte rispetto all’oro, caratteristica che fa sì che l’argento abbia un valore monetario inferiore rispetto agli altri metalli preziosi.

Per questa ragione, ad oggi l’argento è il metallo perfetto per la produzione di monili e gioielli preziosi e l’argento sterling 925 è quello preferito dai nostri orafi.

CHE COS’E’ L’ARGENTO STERLING 925

L’argento Sterling 925 è una lega costituita da argento con un’aggiunta di rame, in particolare è formato dal 92,5% da argento puro, mentre la restante parte, ossia il 7,5%, è costituita da rame.
In gergo tecnico, si parla di titolo dell’argento per indicare la percentuale minima di argento puro presente nella lega metallica e la conseguente componente di altri metalli presente nell’argento.

QUANDO E’ NATO L’ARGENTO STERLING 925?

Ci sono differenti teorie sull’origine del termine Argento Sterling 925, ma l’ipotesi più accreditata è che questa nomenclatura derivi dal penny d’argento inglese, che veniva chiamato “starling” perché brillava e splendeva come una stella (star).
ll termine “argento sterling” invece risale ai tempi di Edoardo I di Inghilterra, quando il sovrano emanò uno statuto che diceva che tutti gli oggetti d’argento dovessero soddisfare lo standard dell’argento sterlina, un argento puro al 92,5% e che questi dovessero poi essere verificati da un gruppo di esperti e contrassegnati dal marchio reale.
In Italia, prima dell’unità avvenuta nel 1871, l’argento sterling veniva contrassegnato con i simboli dei diversi sovrani che regnavano nel nostro paese.
Dopo l’unità si cerco di procedere alla creazione di una punzonatura omogenea fino al 1968, quando si stabilì la punzonatura che viene usata ancora oggi: i titoli di 800 e 925 devono essere racchiusi all’interno di un logo ovale, essere preceduti dalla percentuale e seguiti dal titolo

DIFFERENZE TRA ARGENTO PURO E ARGENTO 925

I lingotti d’argento presente in commercio hanno normalmente titolo 999/1000, ossia sono composti dal 99,9% di argento puro.
La maggior parte dei gioielli, invece, è costituita da argento in lega per una semplice ragione: l’argento puro è uno dei metalli più duttili e più malleabili: questa purezza, seppur bellissima, è inadatta alla produzione di gioielli, che sarebbero troppo soggetti a danni.
Una piccola aggiunta di altri metalli rende l’argento più resistente ai colpi e alle ammaccature di tutti i giorni.

ALTRE TIPOLOGIE DI ARGENTO

E’ comune sentire associate all’argento anche altre terminologie come Bilaminato (sottilissima lastra d’argento applicata su di un supporto, come per le cornici), Peltro (non ha nulla a che fare con l’argento essendo una lega composta al 95% da stagno), Silverplate (ottone nichelato ed argentato) e Sheffield (lastra di rame racchiusa tra due sottili lastre d’argento), tuttavia questi termini si riferiscono a prodotti argentati e non a vero argento.

Per la produzione di gioielli, la legge del 1999 fissa i millesimi consentiti in Italia per la lavorazione dell’argento e sono i titoli 800‰ e 925‰; sono ammessi titoli superiori, ma non inferiori.
I tipi di argento utilizzati per la produzione di gioielli sono dunque: l’argento 925, l’argento 900, l’argento 835 e, infine, l’argento 800.
Tutti i gioielli My-Egos sono prodotti con l’argento 925, il più prezioso.

QUANTO VALE L’ARGENTO STERLING 925

Il valore dell’argento sterling 925 cambia ogni giorno e, come per l’oro, dipende dalla sua quotazione in borsa. ll mercato di riferimento per questo metallo è certamente quello londinese, con il cosiddetto London Silver Market che ogni giorno restituisce il fixing sul silver, determinandone il prezzo corrente. L'argento ha raggiunto il suo prezzo massimo nel corso del 2011, toccando persino i 49,79 $ all’oncia.

Eccoci giunti alla fine del nostro articolo, speriamo che ti sia stato utili per aiutarti a capire che cosa vuol dire argento sterling 925. Per ulteriori curiosità continua a seguire il nostro blog!